Le tappe principali della storia del coro

tappe_del_coro

1996 Il coro gospel “The Spirit Inside” nasce nel 1996 all’Oratorio S. Agostino di Treviglio (BG) da un gruppo di persone accomunate dalla voglia di cantare brani del repertorio gospel e spirituals. Tali brani traggono origine dai canti di lode e di lavoro dei neri degli Stati meridionali degli USA (inizio 1900). Superate le prime difficoltà iniziali, il coro è andato via via aumentando nel numero dei componenti: ancora oggi interi nuclei familiari ne fanno parte

 

1997 La prima esibizione pubblica del coro avviene al Teatro Filodrammatici di Treviglio, nell’ambito delle iniziative per Telethon. 1998 Nel coro si inseriscono 3 strumenti (contrabbasso, percussioni e pianoforte): viene abbandonata così l’esecuzione dei brani “a cappella”. 1999 Il coro diventa “polifonico”, suddividendosi nei quattro settori fondamentali della polifonia: soprano, contralto, tenore e basso; il settore strumentale si arricchisce del saxofono, della batteria e della chitarra elettrica. Nessuno dei componenti del coro è professionista, ma vengono organizzati dei corsi di perfezionamento di tecnica vocale.

 

2000 Gennaio: si tiene il primo corso di perfezionamento della tecnica vocale, condotto dai maestri Vittorio Cortesi e Pierangelo Zani. La partecipazione al corso è aperta anche a persone non appartenenti al coro e diventa l’occasione per ampliare l’organico della formazione. Giugno: avviene il gemellaggio con il coro internazionale Cantus Juventae di Minsk (Bielorussia). Settembre: il coro si costituisce in “Associazione musicale” a scopo benefico. L’articolo 3 dello statuto dell’Associazione così recita: “L’Associazione è una libera istituzione culturale-musicale senza fine di lucro, i cui scopi sono definiti nello statuto. Gran parte del ricavato dei concerti è destinato a progetti di beneficenza che rappresentano lo scopo dell’Associazione: annualmente, durante l’assemblea ordinaria dei soci per l’approvazione del bilancio, viene deciso l’Ente a cui devolvere la somma stabilita.

 

2001 Marzo: inizia il gemellaggio con la Corale San Jacopo di Montecalvoli (PI). The Spirit Inside partecipa alla 10.a Rassegna Corale di Primavera, organizzata dalla Corale San Jacopo. Settembre: La Corale San Jacopo ricambia la cortesia e si esibisce a Treviglio, in un concerto congiunto con The Spirit Inside, al Teatro Filodrammatici.

 

2002 L’anno si conclude, dopo numerosi concerti in molte piazze d’Italia, collaborando con il gruppo rock Achtung Babies con esibizioni al Live Club di Trezzo d’Adda e al Buddha Café di Orzinuovi.

 

2003 Gennaio: The Spirit Inside canta con Cheryl Porter & Band al Teatro Filodrammatici di Treviglio all’interno della “Stagione Musicale 2002/2003” del Teatro stesso. (Questo programma era assente dalla locandina del Teatro da ben sette anni). Giugno: The Spirit Inside canta nuovamente con Cheryl Porter & Band in un concerto nel Chiostro della Civica Biblioteca di Treviglio a chiusura di un corso/seminario di tecnica vocale tenuto a tutto il nostro gruppo. Settembre: nuovo appuntamento con Cheryl Porter e la sua band in piazza a Rivolta d’Adda con un concerto a favore dell’Associazione “Renascer”. Superato il traguardo dei 100 soci iscritti all’Associazione! La sezione strumentale si evolve ulteriormente con l’entrata di un Flauto traverso e con la sostituzione del Contrabbasso con un Basso elettrico.

 

2004 Inizia la collaborazione con “Al di là del mio naso”. Aprile: The Spirit Inside viene invitato ad accompagnare la sacra rappresentazione della Passione di Cristo messa in scena dal gruppo teatrale dell’Oratorio S. Agostino di Treviglio. La scelta di puntare ad un ulteriore salto di qualità, con una maggiore richiesta di impegno e di costanza ai coristi, porta la formazione a ridursi nel numero. Inizia il rinnovamento dell’attrezzatura tecnica e della strumentazione.

 

2005 L’anno si apre con l’invito a partecipare alla prestigiosa rassegna di canto corale organizzata dalla Corale S. Martino di Cisano Bergamasca, giunta alla 10ª edizione. Il flauto lascia il coro per impegni di studio e la sezione musicale risulta stabilmente composta da pianoforte, batteria, basso e chitarra. L’attività di sala prove viene reimpostata, puntando ad una migliore intonazione e “accordatura” del coro. Ogni sessione di prove viene preceduta da esercizi di riscaldamento della voce e di intonazione. La sala prove viene spostata in una sala ad uso esclusivo del coro, gentilmente messa a disposizione da un’azienda del circondario all’interno del proprio capannone. I musicisti iniziano ad avvalersi della collaborazione di un chitarrista jazz e blues, finalizzata all’elaborazione di nuovi arrangiamenti. Il direttore storico (fondatore del coro e dell’Associazione musicale) prende un anno sabbatico, per dedicarsi maggiormente alla sua attività professionale, mantenendo la carica di Presidente dell’Associazione. L’Assemblea dei soci decide di non sospendere l’attività, ma di affidare la direzione pro tempore al vicedirettore, che svolgeva l’attività di trainer di sala. La scaletta dello spettacolo subisce un aggiustamento, per adeguarsi alle diverse capacità istrioniche del direttore pro tempore. Con l’acquisto di nuove casse acustiche si conclude la fase più impegnativa del rinnovamento dell’attrezzatura. L’anno si chiude con la novità di una serie di concerti in centri commerciali dell’hinterland milanese. Sembra opportuno ricordare il senso del Natale anche in quelle situazioni in cui l’aspetto commerciale di questa festa tende a prendere il sopravvento.